Vai al contenuto principale

Perché scegliere la SSST? Rispondono i nostri studenti

Pubblicato: Lunedì 10 agosto 2020

Filippo Buccheri, 24 anni
V anno di Filosofia
"Sono stato il primo studente della Scuola a prendere parte allo scambio con l’École Normale Supérieure di Parigi. Ho avuto modo di vivere un’esperienza internazionale in una delle università più importanti di Francia, e di interfacciarmi con una realtà accademica dinamica e di alto profilo. Questa possibilità messa a disposizione degli studenti della Scuola rappresenta uno degli aspetti di cui sono attualmente più soddisfatto".

Andrea Dal Zotto, 23 anni
II anno di magistrale in metodi statistici ed economici per le decisioni.
"Portare avanti due carriere universitarie in parallelo migliora le capacità di time management e collaborare con studenti di altre discipline allena il team building. Infine è sicuramente un’eccellente palestra non solo per sviluppare uno spirito critico, ma anche per scrivere ed esporre le proprie idee con una padronanza di alto livello. Spesso tutte queste abilità sembrano dei dettagli marginali, ma nel mondo del lavoro i dettagli sono importanti".

Samuele Giatti, 20 anni
II anno, Scienze Politiche e Sociali
"Grazie alla Scuola ho trovato soprattutto un confronto estremamente positivo con persone dalle provenienze e dalle sensibilità più diverse. Un valore aggiunto incredibile che permette di aprire gli occhi e osservare una stessa tematica da punti di vista estremamente diversi. Questo secondo me è il vero spirito della Scuola, una grande comunità dove crescere, ogni giorno. Dal punto di vista lavorativo trovo che queste qualità siano preziosissime per chi – come me – punta ad una carriera nel settore dell’informazione. Un giornalista che ha una conoscenza a 360° ed è aperto continuamente a nuove prospettive è una risorsa importante per un giornalismo la cui qualità è ogni giorno sotto i riflettori e non in senso positivo".

Francesco Masi, 21 anni
III anno - Scienze Internazionali dello Sviluppo e della Cooperazione
"La Scuola mi ha insegnato, con le parole di Pitagora, a “non fermarsi là dove si è arrivati”, a continuare ad arricchire la propria sete di conoscenza attraverso le numerose esperienze che la Scuola stessa offre agli studenti, ad ampliare la ricchezza di vedute con il confronto reciproco e l’approfondimento di temi rilevanti ma non sempre affrontati nel personale corso di studio".

Ivan Quartesan, 23 anni
Corso di laurea magistrale in Filosofia, V anno
"La Scuola mi ha insegnato ad ascoltare, a dare rigore alla curiosità, ad apprezzare il fatto che più si impara e più c’è da imparare. Mi ha insegnato ad andare oltre gli edifici del sapere più o meno costruiti dei corsi di laurea, e mi ha insegnato che quello che è più interessante è sempre il dialogo a cavallo dei saperi diversi".

Alessandro Cerri, 21 anni
Lettere Classiche, A.A. 2019/2020
"La Scuola permette ai suoi studenti di entrare molto presto nelle dinamiche della ricerca universitaria attraverso l’organizzazione di convegni come il Forum Ferdinando Rossiopen_in_new, la partecipazione a conferenze e la stesura di brevi lavori a conclusione dei corsi, con i quali si impara a strutturare bibliografie e a scrivere con requisiti di scientificità adatti all’università".

Francesco Marengo, 21 anni
III anno, Scienze Internazionali dello Sviluppo e della Cooperazione
"La Scuola mi permette di sviluppare capacità che non potrei in altro modo ottenere, quali la gestione del mio tempo, la scrittura di elaborati e la possibilità di imparare materie interdisciplinari. Ma soprattutto mi ha insegnato che il confronto è il miglior metodo per imparare".

Stefano Zoia, 21 anni
Informatica, III anno
"La Scuola è luogo di grande attività anche al di fuori delle aule. Ho imparato a proporre nuovi corsi interdisciplinari, ho avuto la possibilità di collaborare a progetti ambiziosi come il Forum Ferdinando Rossi e insieme agli altri studenti ho potuto dialogare con i docenti per trovare nuove soluzioni che aprissero a miglioramenti sostanziali della Scuola. Prima di tutto quindi ho imparato a lavorare in una comunità forte e volenterosa".

 

Ultimo aggiornamento: 10/08/2020 13:14
Location: https://ssst.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!